Liturgia della parola

Lunedi della quarta settimana di Avvento: Lc.1,5-25

L’annunzio a Zaccaria sacerdote, della nascita di un figlio, dalla moglie sterile Elusabetta; da una parte rivela la misericordia di Dio che ascolta le preghiere e vede le nostre lacrime , dall’altra mostra l’incredulita’ umana frutto di un ripiegamento su se stessi , invece di un abbandono fiducioso a Dio. Egli pero’ non si lascia fermare nel suo amore nemmeno dalla nostra incredulita’, e porta ugualmente a compimento le sue promesse ed il suo disegno di salvezza su di noi.