Liturgia del giorno

IV DOMENICA DI QUARESIMA DETTA “DELLA GIOIA”

Giovanni9,1-41 

La guarigione del cieco nato alla piscina di Siloe e’ un simbolo battesimale che contiene la catechesi che la Chiesa primitiva dava ai catecumeni in preparazione al battesimo della Veglia Pasquale. Oggi la Chiesa la fa rivivere a noi, gia’ battezzati, ma bisognosi di ravvivare il dono ricevuto. Il cieco nato e’ immagine di ogni uomo che senza la luce della fede e’ destinato a rimanere per sempre nelle tenebre del peccato. Solo Cristo, unico Salvatore di tutti gli uomini e di tutto l’uomo, puo’ fare questo. Egli continua a farlo oggi nella Chiesa, attraverso i suoi ministri, con i sacramenti del suo amore che hanno da Lui il potere di aprire gli occhi dell’anima per farci vedere la  presenza del  Padre anche la’ dove la’ dove la nostra ragione non vede che male.