Liturgia del giorno

Martedi’ della seconda settimana di Quaresima anno A : Is.1,10.16-20 ; Sal.49 ; Mt.23,1-12

( introduzione al vangelo )

L’incoerenza , nella fede, e’ figlia dell’incredulita’ e madre dell’ipocrisia, e si manifesta soprattutto in chi riveste il compito di guida, perche’ piu’ degli altri ha necessita’ di nascondersi alla considerazione altrui, ricorrendo a titoli e posizioni di privilegio che lo accreditino indipendentemente dalla sua vita. La vanita’ e la ricerca della gloria umana sono gli indizi piu’ sicuri per riconoscerli e smascherarli. E’ quello che fa Gesu’ con gli scribi e farisei di ieri e di oggi, non pero’ per condannare ma per convertire e aiutare ognuno a rimettere Dio ,e la sua volonta’ di amore e servizio, al giusto posto nella propria vita.