Liturgia del giorno

Mercoledi’ della seconda settimana del T.O. anno A : Mc.3,1-6

Non c’e’ orgoglio peggiore di quello religioso che si serve anche di Dio e della sua legge per crescere nella presunzione di se’. Questo orgoglio rende ciechi di fronte alla verita’ e mette al primo posto la lettera  della legge, che uccide, trascurandone  invece del tutto lo spirito. Di fronte a questo cuore indurito dall’orgoglio, la reazione di Gesu’ e’ fatta di indignazione, perche’ viene negata la verita’ profonda della legge di Dio, e di tristezza, per le conseguenze negative che questo comporta per l’uomo. Tutto cio’, non gli impedisce, pero’, di portare avanti  la volonta’ di Dio, manifestandola chiaramente nelle sue opere, anche quando sembrano ,apparentemente, andare contro la  Legge ,mentre in realta’ la stanno compiendo.