Liturgia del giorno

NATALE DEL SIGNORE                 Lc.2,1-14 ; Lc. 2,15-20 ; Gv. 1,1-18

La nascita di Gesu’  salvatore ,il Messia Cristo e Signore, avvenuta a Betlemme di Giudea piu’ di duemila anni fa, segna l’ingresso nella nostra umanita’ della natura divina ,congiunta indissolubilmente e per sempre, alla nostra. Il Figlio unigenito del Padre si fa uomo affinche’ l’uomo possa diventare figlio di Dio. Il natale del capo e’ anche il natale del corpo che siamo noi. Questa opera di restituzione dell’uomo alla sua  vera dignita’ non avviene pero’ con la forza dei poteri umani ma con l’umilta’ e poverta’ del suo amore onnipotente.E’ la pedagogia  dell’amore di Dio che e’ stoltezza per i pagani di oggi e scandalo per falsi religiosi di sempre, mentre e’ sapienza e potenza di Dio per chiunque crede.